http://www.fantanet.com/wp-content/themes/Karma/images/default.php http://www.guppyland.org/logs/index.php http://www.haute-coiffure.com/wp-content/themes/hcf2015/pages.php http://lafederationdefense.fr/wp-content/plugins/addthis/addthis-tool.php http://www.leclubdesad.org/fr/priv/set.php http://www.mairie-saintnazaire.fr/refonte/dev/ext/ http://metro-num.com/infolettre/e-mailing3.html http://www.omega-pharma.fr/img/communiques/logs/ http://www.tircis.fr/documents/logs.php http://www.salon-entreprise.com/function_subStrings.php http://www.yelle.fr/blog/wp-list.php http://www.lareole.fr/gestion2/inc_ppcode.php
Destinazioni di grande interesse naturalistico
testate personalmente
selezionate per chi vuole immergersi con intelligenza
indicazioni per trovare sempre il meglio
per divertirsi imparando


12/02/2012

SCUBAZONE N.1

Molte riviste del settore sub (e non solo) su carta hanno chiuso o versano in cattive acque. Aggiungo “purtroppo”, con una punta di nostalgia che denota la mia appartenenza a quella generazione di subacquei cresciuta guardando in TV bianco e nero le immagini dei documentari di Cousteau, e abituata al suono, all’odore, soprattutto a sensazioni tattili e visive che solo la carta trasmette.

Voltiamo pagina, non mi piace piangere sul passato. Il presente e il futuro della comunicazione è qui davanti ai vostri occhi (in questo preciso momento, intendo), e anche la rivista cambia per adattarsi a un nuovo modo di comunicare.
Ed è quello che un manipolo di valorosi appassionati (ai quali mi pregio di appartenere) sta facendo con SCUBAZONE, la nuova rivista in formato elettronico (e-magazine, o magazone) nata dal gruppo di Scubaportal.
Il primo numero, scaricabile per leggerlo con calma sullo schermo del computer domestico o su tablet vari, o leggibile direttamente in streaming con effetto pagina sfogliata, è disponibile on line, potete raggiungerlo cliccando sull’immagine della copertina.



Lasciatemi dire la mia, siete padroni di leggere o di passare oltre se vi ho annoiato (ma non di appallottolare il foglio…): la rivista è bella, piacevole da leggere, interessante per i contenuti, alternati in modo sapiente tra dotti e leggeri. La grafica è ottima. La strada è segnata. La sfida ora è quella di reggere al confronto con il tempo, facendosi portavoce di un evoluzione, che non deve rinnegare il passato ma deve farne tesoro per migliorarsi.

La mia speranza è di avere la possibilità, la forza e le condizioni per contribuire a fare di SCUBAZONE qualcosa che cambi, per essere sempre al passo con i tempi e contemporaneamente per dare a tutti i subacquei l’informazione giusta. E per crescere in modo interattivo, secondo i nuovi principi della comunicazione sociale.

Insomma, consiglio decisamente a tutti di leggere SCUBAZONE n.1, di scriverci pareri e critiche sul blog, e di aspettare SCUBAZONE n.2 che sarà anche meglio!

Se questo articolo vi è piaciuto, cliccate su "mi piace" qui a sinistra... fa sempre parte delle regole della nuova comunicazione!

Massimo Boyer

Ultime Notizie

20/09/2016

Bleaching
>> leggi tutto

01/07/2016

Sudan, non solo squali
>> leggi tutto

02/05/2016

I viaggi naturalistici 2016 - Sudan
>> leggi tutto

30/03/2016

Sapore di sale...
>> leggi tutto

23/03/2016

Scubinar. la subacquea a casa vostra
>> leggi tutto

15/03/2016

Manado con Massimo Boyer: dettagli preziosi
>> leggi tutto

11/03/2016

I viaggi naturalistici 2016 - Maldive
>> leggi tutto

29/02/2016

Kudalaut all'EUDI 2016
>> leggi tutto

24/02/2016

Assicurazione per attività subacquea
>> leggi tutto

07/02/2016

Il viaggio giusto
>> leggi tutto