http://www.fantanet.com/wp-content/themes/Karma/images/default.php http://www.guppyland.org/logs/index.php http://www.haute-coiffure.com/wp-content/themes/hcf2015/pages.php http://lafederationdefense.fr/wp-content/plugins/addthis/addthis-tool.php http://www.leclubdesad.org/fr/priv/set.php http://www.mairie-saintnazaire.fr/refonte/dev/ext/ http://metro-num.com/infolettre/e-mailing3.html http://www.omega-pharma.fr/img/communiques/logs/ http://www.tircis.fr/documents/logs.php http://www.salon-entreprise.com/function_subStrings.php http://www.yelle.fr/blog/wp-list.php http://www.lareole.fr/gestion2/inc_ppcode.php
Destinazioni di grande interesse naturalistico
testate personalmente
selezionate per chi vuole immergersi con intelligenza
indicazioni per trovare sempre il meglio
per divertirsi imparando

biologia

Una delle caratteristiche che rendono unico il Mar Rosso è che le sue acque profonde sono relativamente calde. Alle alte profondità infatti tutti i mari del mondo sono freddi, si avvicinano agli 0° perché nella circolazione oceanica sono le acque che si raffreddano ai poli a scendere (perché più dense) fino alle massime profondità per poi scorrere orizzontalmente.
Ma il Mar Rosso comunica con l’oceano Indiano attraverso il golfo di Aden, che ha una soglia alla profondità di 130 m: quella che entra dall’oceano Indiano è acqua di superficie, calda. Durante l’inverno le acque di superficie raggiungono una temperatura minima poco inferiore ai 20°C, ed è questa l’acqua che sprofonda e si rimescola con le acque profonde.
La salinità molto alta, 42‰ nella parte settentrionale, è dovuta alla forte evaporazione (il Mar Rosso si estende in un clima desertico) non bilanciata da un apporto di acque dolci. Fiumi e precipitazioni sono praticamente assenti, la pioggia oscilla tra 6 e  60 mm all’anno. Questo spiega anche la scarsissima sedimentazione, e quindi la grande trasparenza delle acque. A meno di fioriture algali, le acque del Mar Rosso sono sempre limpidissime con una visibilità orizzontale che varia tra 15 e 50 m.

La specie simbolo

Carcharhinus albimarginatus– squalo punte argentee o silvertip. Taglia massima 300 cm. Splendido squalo di colore grigio uniforme sopra, chiaro sotto, con il margine posteriore della prima pinna dorsale e delle pinne pettorali, anali, caudale bianco. È un predatore attivo di molti pesci ossei bentonici e pelagici, di altri squali, razze e cefalopodi. Vive in tutto l’Indo-pacifico, ama pattugliare le pareti profonde e i bordi dei drop-off, da solo o in piccoli gruppi. In presenza di cibo il suo comportamento verso il subacqueo può diventare pressante, e attacchi sono stati riferiti, sempre in situazioni di frenesia alimentare.

Segue una piccola lista di libri consigliati, che potete acquistare direttamente dalle pagine di Amazon con un semplice click.


  


Ultime Notizie

08/12/2016

Il viaggio naturalistico
>> leggi tutto

14/10/2016

Scubinar sull'Indonesia
>> leggi tutto

20/09/2016

Bleaching
>> leggi tutto

01/07/2016

Sudan, non solo squali
>> leggi tutto

02/05/2016

I viaggi naturalistici 2016 - Sudan
>> leggi tutto

30/03/2016

Sapore di sale...
>> leggi tutto

23/03/2016

Scubinar. la subacquea a casa vostra
>> leggi tutto

15/03/2016

Manado con Massimo Boyer: dettagli preziosi
>> leggi tutto

11/03/2016

I viaggi naturalistici 2016 - Maldive
>> leggi tutto

29/02/2016

Kudalaut all'EUDI 2016
>> leggi tutto